Sorgono (NU)

Lunedì 14 Agosto, alle ore 18:00, nel Teatro comunale "Salvatore Murgia", Sergio Frau presenta in anteprima assoluta il suo ultimo libro “Omphalos: la Sardegna di Atlante, primo centro del mondo”

Pubblicata il 10/08/2017

La Sardegna al centro del mondo. Con Sorgono, centro del centro, con i suoi menhir più antichi di Stonehenge. È tutto in "Omphalos: la Sardegna di Atlante, primo centro del mondo". Il nuovo libro di Sergio Frau, scrittore e giornalista che aveva stupito tutti nel 2004 con il libro "Le Colonne d'Ercole. Un'inchiesta".
L’autore presenterà in anteprima la sua opera a Sorgono, lunedì 14 agosto, alle ore 18:00, presso il Teatro comunale "Salvatore Murgia".
Oltre a Sergio Frau all’appuntamento, fortemente voluto dall’Amministrazione comunale,  parteciperà anche Ettore Tronci autore delle riprese effettuate con un drone su decine di nuraghi nel Medio Campidano.
Per il giorno successivo, martedì 15 agosto, alle ore 9:30, è in programma una visita ai menhir di Biru ’e Concas con la presenza oltre che di Sergio Frau anche dell’archeologo Gustavo Deligia, di Francesco Manca che nel 1988 scoprì il sito, e di Gian Martino Piroddi che scrisse nel 2001 la tesi di laurea dal titolo “Il sito megalitico di Biru ’e Concas”.

Fino al mese di Ottobre sarà ancora possibile visitare la mostra Omphalos: la Sardegna di Atlante, primo centro del mondo" allestita nell’area espositiva dell’Aeroporto di Cagliari, appositamente creata al piano Partenze del terminal passeggeri e strutturata in quattro distinte sezioni.
Sergio Frau nel 1976 è stato il più giovane tra i giornalisti fondatori di Repubblica. Nel 2002 con "Le Colonne d’Ercole. Un’inchiesta" ha restituito le ‘prime’ Colonne al Canale di Sicilia. Ora si è concentrato sulla Primissima Geografia.
Come riporta Frau, “ll racconto di Platone – nel Timeo e nel Crizia – testimonia di un’Isola strabiliante per la sua civiltà, ferita a morte da cataclismi marini che in un solo giorno e in una sola notte posero fine a ogni felicità. De Santillana rintraccia ovunque uno Strazio Globale per quel Mulino/Axis Mundi finito in mare a macinare con la sua mola sabbia, corpi e sale. Le due tragedie si svolgono al Centro del Mondo”. “Possibili due ‘fantasticherie’ così, quasi identiche? Possibile un Mar Pazzo che uccide nei due racconti? Possibili due storie così sempre al Centro del Mondo?”. “Basta misurare – sulle carte geografiche che sono in mostra – il 40° parallelo nord, la Linea degli Olimpi, della Via della Seta, di Toledo, Omphalos di Spagna … per rendersi conto che lì, proprio al Centro, perfettamente equidistante dalle coste pacifiche di Giappone ed America, c’è un’Isola che sbuca, a sorpresa, dal mare: un’isola già antica per gli Antichi prima felice – una città galleggiante con le sue 20 mila torri megalitiche e tutti i beni del mondo – poi pestilente, malarica, abbandonata.  “Ma anche decine, decine e decine i nuraghi sepolti vivi sotto il fango com’era su Nuraxi di Barumini” – prosegue Sergio Frau –“prima che Giovanni Lilliu gli levasse di dosso quella collina coltivata a fave. È possibile vederlo quel tesoro segreto – una vera Pompei del Mare – grazie a una ricognizione con un drone fatta da Ettore Tronci nel Medio Campidano e giudicare se la vecchia spiegazione di “depositi eolici” che avrebbero sconquassato quelle torri colossali regge ancora. Omero per la sua Isola d’Occidente, in Odissea, profetizza uno Schiaffo di Poseidone: ancora il Mare che uccide”. “Finisce – nel 1175 a.C., giurano gli Egizi e Giovanni Lilliu – la Civiltà Nuragica e la loro storia continua sui picchi d’Italia. Orte, Orvieto, Cortona, Volterra, Verucchio: un Popolo del Mare più distante possibile dal mare. Ormai, però, si chiamano Etruschi. Plutarco – in vita di Romolo – ce li dice “Coloni dei Sardi”. Perché non credergli?”. “La Sardegna si fa simbolo. Rievocata come Perno Cosmico con rispetto dal Mondo che ricorda quell’Isola di Tutti che un tempo – fino a quel XII secolo a.C. – regalava ordine e unità alle genti tutt’intorno. Al Centro di quel Primo Centro una sorpresa: la Sorgono dei 200 menhir più antichi di Stonehenge e del rosone di San Mauro il più grande di tutta l’Isola. Perché proprio lì?”. “OMPHALOS”: IL PRIMO CENTRO DEL MONDO è un libro che invita a farsi nuove domande e a ragionarci sopra, insomma, conclude Frau “un Ragionevole Dubbio”.

Allegati

Nome Dimensione
Allegato OMPHALOS.jpg 2.21 MB

Facebook Google+ Twitter